FacebookInstangramYoutube
  • 14MAR2019

    In occasione della giornata mondiale del sonno, vi raccontiamo perché dormire almeno 7 ore per notte fa bene alla salute, al buonumore e alla socialità


     

    Dormire tanto e dormire bene. Se dovessimo svelare i segreti del benessere, questo sarebbe sicuramente quello da cui partire. Un buon riposo notturno, infatti, è fondamentale per stare bene e in forma. Ci rende più felici, concentrati e ci insegna ad ascoltare attivamente il nostro corpo. E recuperare nel weekend il sonno perduto in settimana, tra trasferte all’estero e aperitivi finiti a tarda notte, non serve a niente: come dimostrato da una recente ricerca condotta dall’Università di Boulder, dormire poco e provare a ingannare il metabolismo recuperando nel weekend ha effetti disastrosi per la salute. Molto meglio spezzare la giornata con un bel pisolino, magari in pausa pranzo. 

     

    Anche i guru del business come Tim Cook, CEO di Apple, che si vantano di iniziare la giornata prima delle 4 del mattino facendo propria la massima per cui “il mattino ha l’oro in bocca”, ammettono l’importanza delle power nap, ovvero di quei pisolini che durante la giornata ci permettono di recuperare il sonno perduto e le energie. Secondo gli esperti, il riposo è necessario per la salute dell’organismo e ogni notte dovremmo dormire in media tra le 7 e le 8 ore. 

     

    In occasione della giornata mondiale del sonno, vi raccontiamo perché dormire almeno 7 ore per notte fa bene alla salute e al buonumore.

     

    Dormire bene accelera il metabolismo

    Il primo dei benefici che una bella notte di sonno può donare alla nostra salute è che dormire almeno 7 ore per notte accelera il nostro metabolismo e facilita il restare in forma. “Dormire poco altera il metabolismo glucidico, il meccanismo che trasforma gli zuccheri in energia, provocando un’assimilazione non efficace di questi zuccheri che si trasformano in grassi, stanchezza e mancanza di concentrazione” spiega il neurologo  Fabio Cirignotta, coordinatore della Sleep Clinic di Bologna. 

     

    Un buon sonno consolida la memoria e aumenta la creatività

    Dormire è molto importante per consolidare la memoria poiché il nostro cervello utilizza proprio queste ore in cui il nostro corpo è in stand by per trasferire i ricordi dalla memoria a breve termine a quella a lungo termine. Vi ricordate quando, la sera prima di un esame, rileggevate gli appunti prima di andare a dormire? Le nozioni sedimentavano durante la notte arrivando pronte il giorno dopo, se studiate con cura. Un buon sonno è anche molto utile perché dà nuova energia a diverse funzioni cerebrali. L’espressione “freschi e riposati” risale al fatto che una buona dormita aumenta sensibilmente le nostre capacità creative e di problem solving.

     

    Dormire libera il nostro corpo dalle tossine e dal dolore

    Una buona dormita, inoltre, sarebbe in grado di purificare il cervello dalle tossine. In una recenta intervista, Lino Nobili, responsabile del Centro di medicina del sonno dell’Ospedale Niguarda di Milano, ha illustrato i risultati di un esperimento da cui si evince che poiché lo spazio fra le cellule cerebrali si dilata durante il sonno, le sostanze tossiche per il cervello tra cui la proteina responsabile di patologie legate alla memoria come l’Alzheimer, vengono drenate dal cervello. Inoltre, dormire bene aiuterebbe anche chi deve fare i conti con un dolore cronico, perché ne riduce la percezione.

     

    Dopo una notte di sonno abbiamo più energia e le nostre performance di allenamento sono migliori

    Dopo una notte di buon sonno, anche il nostro corpo è più pronto ad affrontare la giornata o la passeggiata in montagna che abbiamo deciso di fare insieme agli amici. Uno studio condotto su una squadra di basket americana ha dimostrato che dopo una buona dormita le performance di velocità, precisione, tempi di reazione e buonumore, aumentavano sensibilmente.

     

    Dormire almeno 7 ore a notte aumenta la nostra consapevolezza e capacità di interagire con gli altri

    Dormire almeno 7 ore a notte ha effetti benefici anche sul nostro buonumore. E una persona allegra è una persona che più facilmente si relaziona con gli altri e ha voglia di entrare in relazione anche con chi non si conosce. La ragione si può ricercare nell’aumento delle capacità cognitive che, abbiamo visto, consegue a una buona dormita notturna: essere più reattivi ci fa entrare in relazione prima e in maniera più efficace con le altre persone e, spesso, ci permette di trovare la chiave giusta per fare colpo su chi abbiamo di fronte.

     

     

    Come facciamo a dormire bene e di più?

    Le nostre vite super impegnate sembrano non andare d’accordo con il dormire tanto e bene. Se i benefici illustrati finora non sono riusciti a convincerti dell’importanza di una buona dormita, ecco alcune piccole sfide per provare a dormire almeno 8 ore a notte per la prossima settimana. La prima è: fai al mattino quello che di solito fai di sera. I guru del business come Tim Cook si alzano alle 4 del mattino per poter fare tutto ciò che diversamente non avrebbero tempo di fare, come andare in palestra o preparare la colazione per la propria famiglia. Ciò non significa che, però, dormono poco: in una recente intervista alla CNN il CEO di Apple ha infatti dichiarato di andare a letto ogni sera non oltre le 21:00. Inoltre, uno studio della Oregon University ha dimostrato che almeno 150 minuti di esercizio fisico alla settimana permettono di dormire meglio e conseguentemente di aumentare la concentrazione, il rendimento e i livelli di energia diurni. Un altro piccolo trucco è di provare a sfruttare le pause durante la giornata e godere delle power nap, i pisolini che ci permettono di ricaricare le energie. Molto in voga negli USA, sono diventati indispensabili per i nostri cugini d’oltreoceano al punto che Google ha predisposto nei suoi uffici delle stanze dedicate, le Power Nap Room. Un’ultima piccola accortezza: non guardare lo smartphone o schermi di altro tipo nella mezz’ora immediatamente antecedente all’addormentarsi garantisce un sonno più tranquillo e profondo. Che aspetti? Buonanotte!