FacebookInstangramYoutube
  • 20DIC2018

    Per finire quest’anno alla grande e proiettarsi verso l’anno nuovo con  benessere e felicità 


    L’unica corsa che hai fatto questa settimana è quella ai regali di Natale? In questo periodo dell’anno, complici il freddo e le Feste alle porte, capita di sentirsi meno attivi e solo con una gran voglia di panettone. Sappiamo che è più facile finire una maratona di serie tv che una maratona su strada, ma come possiamo fare allora a tenere alta la nostra motivazione? Ecco 5 modi, semplici e applicabili sia in ufficio che sul tapis roulant, per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato. Sul divano e in palestra.

     

    1. L'importante è cominciare 

    Consiglio valido in più campi, dai regali di Natale ai piatti da lavare, è particolarmente utile quando parliamo di movimento. Il primo modo per mantenere alta la motivazione è quello di cominciare subito a fare ciò che non si è più così motivati a fare. Ciò accade più facilmente quando parliamo di movimento, perchè l’attività fisica comporta un aumento delle endorfine che provocano a loro volta euforia e  benessere. Se inizi subito, vincendo la voglia di andare dritto a casa anzichè fermarti in palestra, potrai scoprire presto di non poterne più fare a meno. Inoltre, iniziare a muoversi in qualsiasi età della vita porta benefici importanti, a livello cardiocircolatorio, muscolare e osseo, quando ci inoltriamo nella vecchiaia.

     

    2. Visualizza gli obiettivi che vuoi raggiungere

    Se a questo punto hai già trovato delle scuse per rimandare, il secondo dei 5 modi che ti consigliamo per mantenere alta la tua motivazione è rivolto proprio a vincere la ritrosia iniziale. Prova a immaginarti a obiettivo raggiunto. Richiama alla mente lo stato di benessere che otterrai, le sensazioni che potrai vivere e le esperienze che potrai fare; prova a vedere come staresti con un corpo più tonico e più scattante e come saresti sentendoti più attivo, di buon umore, sicuro e determinato. Trova l’immagine di te che ti soddisfa di più e usala per motivarti a uscire di casa.

     

    3. L’agenda è la tua arma segreta 

    Ci vogliono un paio di mesi perché questi consigli inizino a fare effetto. Quando finalmente il tutto sarà diventato un’abitudine, e il “devo” si sarà trasformato in “voglio”, sarà il tuo corpo a richiederti di muoversi. Il motivo risiede negli ormoni del benessere, la serotonina e l’encefalina, che vengono rilasciati nel nostro corpo dopo almeno mezz’ora di allenamento. Più lo abituiamo a ricevere benessere in una determinata quantità, più il nostro organismo continuerà a chiedere di continuare a muoverci. Una buona misura è quella di inserire in agenda almeno 3 mezz’ore alla settimana dedicate a te per attivare la funzione anti-stress dell’attività fisica.

     

    4. Trova qualcuno che faccia il tifo per te

    Ma che fare se il movimento diventa routine e la noia è di nuovo in agguato? Puoi provare ad addolcire ogni momento con una piccola coccola, dedicando magari una delle 3 mezz’ore che di solito dedichi all'allenamento a un momento di relax alle terme. Oppure inserire un’attività divertente che ci faccia stare bene e che magari ci aiuti nel portare avanti alcune passioni legate al movimento, come per esempio gli sport sulla neve. Un’altra via è quella di trovare qualcuno che faccia il tifo per noi: in questo sai che puoi contare sempre sul tuo istruttore. Proporre a un amico o al tuo partner di iscrivervi in palestra insieme oppure scegliere attività di gruppopossono essere altri modi per mantenere viva la nostra voglia di allenarci.

     

    5. Dopo 2 mesi vedrai i primi risultati, dopo 6 mesi li vedranno i tuoi amici e dopo 12 tutti gli altri

    Raggiungere i nostri traguardi è fonte di autostima e buonumore, nonché un motore naturale che ci spinge a realizzare noi stessi in una versione sempre migliore rispetto alla precedente. È importante essere sinceri e non aspettarci miracoli: per questo, è bene scegliere obiettivi concreti e misurabili in un tempo definito ragionevole. Sapere che la strada sarà lunga e sapere cosa incontreremo è un altro modo per mantenere alta la motivazione: non potremo fare una maratona dopo 1 mese di allenamento, ma magari dopo 12 sì. Condividere i propri obiettivi con un istruttore, definendo insieme il percorso migliore per raggiungerli, ti permetterà di avere un angelo custode su tutto il cammino che ti motiverà e ti seguirà passo passo. E alla fine, potrete festeggiare con un batti cinque a due mani il traguardo raggiunto!